Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Emergenza Corona Virus – COVID-19

L’emergenza CoronaVirus COVID-19 ha comportato misure restrittive all’ingresso e agli spostamenti dei cittadini italiani nei Territori dell’Autonomia Palestinese e a Gerusalemme.

 

GERUSALEMME

Al fine di prevenire l’ulteriore diffusione del COVID-19 (Nuovo Coronavirus), il Governo israeliano ha adottato misure restrittive che impongono di limitare gli spostamenti a motivi di comprovata necessità. Si invitano i connazionali presenti nell’area di Gerusalemme ad attenersi scrupolosamente a tali indicazioni e a consultare periodicamente il sito web del Ministero della Salute israeliano: https://govextra.gov.il/ministry-of-health/corona/corona-virus-en/.

 

TERRITORI PALESTINESI

A seguito delle misure di emergenza adottate dalle Autorità israeliane, giordane e palestinesi per prevenire l’ulteriore diffusione del COVID-19, non è al momento possibile l’accesso in Cisgiordania per i titolari di passaporto straniero. I connazionali che si trovino attualmente in Cisgiordania saranno autorizzati dalle Autorità israeliane ad entrare in Israele solo per recarsi direttamente all’aeroporto “Ben Gurion”; a tal fine, sarà necessario presentarsi al valico almeno 6 ore prima del volo ed esibire prova del biglietto aereo, oltre ad avviare un preventivo coordinamento con le Autorità israeliane (COGAT) tramite il Consolato Generale d’Italia a Gerusalemme.
Dopo l’individuazione di primi casi di infezione da COVID-19, il 5 marzo 2020 l’Autorità palestinese ha decretato lo “stato di emergenza” in tutti i Territori palestinesi, con la progressiva chiusura degli uffici e degli esercizi commerciali (ad eccezione dei servizi di carattere essenziale). Il 22 marzo 2020 l’Autorità palestinese ha adottato ulteriori misure restrittive, che comprendono il divieto degli spostamenti tra le città/Governatorati palestinesi; il divieto di lasciare le proprie abitazioni, se non per comprovati motivi di necessità; l’obbligo per tutti coloro che rientrino dall’estero di sottoporsi ad un periodo di 14 giorni di quarantena presso gli appositi centri istituiti nei Governatorati di residenza; la chiusura della gran parte degli uffici pubblici. Si raccomanda a tutti i connazionali presenti in Cisgiordania di attenersi scrupolosamente a tali indicazioni. Per maggiori informazioni, si raccomanda di consultare il sito web del locale Ufficio dell’OMS http://www.emro.who.int/pse/palestine-news/landing-page-for-covid19.html  Le Autorità sanitarie palestinesi hanno attivato il seguente numero di emergenza: 1800 000 888.
A seguito dell’individuazione di primi casi di infezione da COVID-19 nella Striscia di Gaza, le Autorità di fatto nella Striscia hanno adottato misure restrittive degli spostamenti e degli assembramenti e istituito appositi centri per l’isolamento di tutti coloro che siano stati potenzialmente esposti al COVID-19. Tutti i viaggiatori in ingresso nella Striscia di Gaza attraverso il Valico di Rafah saranno sottoposti a un periodo di quarantena obbligatoria presso l’apposito centro allestito in prossimità del valico; dal 12 marzo 2020, il valico di Erez è chiuso, sia in entrata che in uscita, con l’eccezione degli attraversamenti necessari per motivi umanitari. Anche alla luce di ciò, si ribadisce il fermo sconsiglio a recarsi, per qualsiasi motivo, nella Striscia di Gaza.

RIENTRO IN ITALIA

A seguito dell’entrata in vigore dell’Ordinanza del Ministro della Salute 20 marzo 2020, dell’Ordinanza del 22 marzo 2020 adottata congiuntamente dal Ministro della Salute e dal Ministro dell’Interno e del Dpcm 22 marzo 2020, è consentito il rientro in Italia solo in circostanze di urgenza assoluta, da auto-certificare mediante compilazione dell’apposito modulo disponibile sul sito del Ministero dell’Interno ( https://www.esteri.it/mae/resource/doc/2020/03/nuovo_modello_autodichiarazione_23032020_compilabile.pdf  ). Per ulteriori informazioni sulla normativa applicabile, si invita a consultare la seguente pagina: https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/focus-cittadini-italiani-in-rientro-dall-estero-e-cittadini-stranieri-in-italia.html  .
Restano al momento operativi alcuni voli commerciali indiretti verso l’Italia; si raccomanda di verificare l’eventuale necessità di visto per il transito presso il Paese di scalo e l’accessibilità di tale scalo a cittadini stranieri. Si raccomanda di consultare periodicamente il sito del Consolato Generale, su cui saranno fornite informazioni sull’eventuale disponibilità di voli speciali verso l’Italia.