Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Attualità

 

Attualità

Nel 2012, Italia e Palestina hanno istituito il Joint Ministerial Committee (JMC), cornice di riferimento delle relazioni bilaterali e foro di consultazioni intergovernative, periodiche e strutturate. La nascita del JMC ha segnato un decisivo salto di qualità nelle relazioni italo-palestinesi, a riconoscimento dell’ampiezza e dell’intensità delle attività di collaborazione bilaterale promosse nel corso del tempo. Anche sotto questo profilo, l’Italia lavora per realizzare la “soluzione dei due Stati”, sostenendo il progressivo consolidamento delle Istituzioni del futuro Stato palestinese. Nel fare ciò, il Governo italiano si pone in linea di continuità con le due mozioni approvate dal Parlamento italiano, nel 2012, sul riconoscimento della Palestina come Stato, e col voto favorevole espresso, sempre nel 2012, dall’Italia in seno alle Nazioni Unite per il riconoscimento della Palestina come “Stato osservatore non membro” presso la stessa Organizzazione.

Il JMC si è, finora, riunito tre volte: il 23 novembre 2012 a Roma, il 29 giugno 2015 a Ramallah e il 9 novembre 2017, nuovamente a Roma. In quest’ultima occasione, è stata adottata una Dichiarazione Congiunta dei Ministri degli Esteri, Alfano e Malki, e sono stati firmati 9 Accordi nei settori della formazione in materia di sicurezza, cooperazione allo sviluppo, lotta al traffico illecito di beni culturali, istruzione, commercio, turismo e collaborazione fra corpi diplomatici. A margine dei lavori, i membri di Governo partecipanti, sul lato italiano e palestinese, hanno svolto dei colloqui bilaterali per discutere dell’ulteriore approfondimento della collaborazione nei settori di rispettiva competenza.


24