Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Cooperazione economica

 

Cooperazione economica

InfoMercatiEsteri

Ufficio ICE di Amman (competente sulla Palestina)

SACE

SIMEST

 

L'Italia e la Palestina intrattengono un rapporto consolidato, che si è rafforzato nel corso degli ultimi anni.

L'istituzionalizzazione dei rapporti ha, tra i suoi principali canali, il Joint Ministerial Committee, isituito nel 2012 e la cui seconda riunione si e’ tenuta a Ramallah il 29 giugno 2015, alla presenza dei Ministri degli Esteri dei due governi i quali hanno sottoscritto 10 Memorandum of Understanding nei settori della salute, sviluppo economico, agricoltura, protezione civile, giustizia, genere, patrimonio culturale, ricerca accademica e scientifica.

Tra le attività di maggior interesse che la Cooperazione italiana promuove si segnala il ruolo di Active Donor UE nel settore dello Sviluppo Economico: oltre al Credito di Aiuto di sostegno al settore elettrico (Programma EUMP) e alle Piccole e Medie Imprese, è stato lanciato nel 2014 il Programma START UP Palestine e nel 2016 il programma FIN-PAL: Inclusione Finanziaria in Palestina, volti alla promozione della crescita economica e alla creazione di nuove opportunità occupazionali per i gruppi marginalizzati economicamente – donne, giovani diplomati, agricoltori – e geograficamente – Gerusalemme Est, Area C, Striscia di Gaza – favorendo la loro inclusione finanziaria.

Sono stati erogati circa 1500 prestiti dall’insieme delle linee di credito, con un forte accento sulla promozione di macchinari e tecnologia italiani, contribuendo così all’ulteriore sviluppo dei rapporti commerciali.

Tale impegno passa anche attraverso una fitta rete di contatti gestita dal Consolato Generale, con il supporto dell'antenna ICE di Ramallah, al fine di diffondere informazioni sulle opportunità di business e al match-making tra imprenditori, anche con l'organizzazione di incontri B2B. Ampia assistenza è inoltre fornita in relazione alle problematiche doganali e normative commerciali sulla particolare situazione palestinese.

Un ulteriore strumento a supporto dell'attività d'impresa è la Palestinian International Arbitration Chamber (PIAC), nata da una collaborazione Ministero degli Affari Esteri - Regione Umbria, per rendere disponibili metodi alternativi di risoluzione delle controversie, nel rispetto degli standard internazionali in materia. La Camera arbitrale è attiva dal giugno 2014 ed è stata inaugurata dal Presidente del Senato, Pietro Grasso.

 

Contatti

Ufficio Commerciale del Consolato Generale d’Italia a Gerusalemme: commercial.gerusalemme@esteri.it 

Antenna ICE a Ramallah: n.akra@ice.it 

Ufficio ICE Amman (competente sulla Palestina): amman@ice.it 


37